Tutto sul festival di Sanremo tra polemiche e numeri

Festival di Sanremo, si conclude la sessantanovesima edizione del festival della canzone italiana condita da tante polemiche ma dal consueto successo di pubblico

0

Festival di Sanremo: si chiude quando ormai è passata l’una di notte la sessantanovesima edizione del festival della canzone italiana, un successo di ascolti in una delle edizioni disseminate di maggior polemiche.

Il vento di polemiche, quelle che hanno accompagnato la fase di gestazione e di inizio della kermesse canora, legate dapprima al dissidio mediatico, il botta e risposta Baglioni-Salvini sulla questione migranti. Polemiche susseguite ancora sul direttore artistico, confermato per il secondo anno alla direzione della manifestazione   e sulla presunta faziosità delle scelte legate al casting di concorrenti.

Polemiche che hanno visto serrare le file del team Baglioni, Bisio e Virginia Raffaele che hanno co-condotto le serate difendendosi da ogni presunta accusa di scelta non obiettiva e dettata dagli “altopiani” della Friends & Partners di Salzano holding tra le maggiori di spettacoli ed eventi in Italia. Polveroni, che hanno visto antesignani tra gli altri  Striscia la notizia e Dagospia di Roberto D’Agostino scagliarsi contro l’autenticità della trasmissione Rai, che hanno proseguito a tambur battente fino al caso Achille Lauro.

Il giovane e controverso trapper che con il pezzo in gara “Rolls Roys“, ha subito accuse di una possibile invocazione all’uso delle droghe (sarebbero infatti il nome di famose pasticche di ecstasy in voga tra i giovanissimi piuttosto che un richiamo al famoso brand automobilistico) oltre che quelle di plagio.

Polemiche o dibattito, che possono essere le connotazione must di questa edizione appena conclusa che non sono terminate neanche nel gran finale.

Mentre il pubblico in sala inneggiava con gran trasporto alla vittoria, che fosse anche un suggello alla carriera, a Loredana Bertè  a vincere invece è stato un ragazzino italo-egiziano sconosciuto ai tanti, Alessandro Mahmood.

Il giovane in gara con il brano “Soldi“, dopo aver vinto la possibilità di partecipazione alla gara nella categoria dei big passando dai giovanissimi ha sbancato contro ogni pronostico. Trascinando gli addetti ai lavori (la sala stampa, quella ha inciso pesantemente sulla vittoria finale) in danze “arabeggianti” e neo-trap, con venature di soul e black music in pieno rispecchiamento dei più innovativi e contemporanei ascolti.

Ha sbaragliato la concorrenza in primis di Ultimo, il giovane cantautore romano apparso alquanto indispettito dell’atteggiamento di stampa e bookmakers, e del trio melodico-lirico “Il Volo“, arrivati rispettivamente secondo e terzi sul podio finale.

Sono stati anche consegnati dei premi speciali, che hanno visto protagonisti due autori amatissimi a quest’ultima edizione sanremese, Daniele Silvestri e Simone Crisiticchi. Il primo, che con il brano “Argento vivo“, canzone a sfondo sociale-scolastico, ha ricevuto il premio della critica Mia Martini e il premio Lucio Dalla, oltre al premio Sergio Bardotti per il miglior testo. Il secondo, con il fine e romantico brano “Abbi cura di me”, ha invece visto assegnarsi il riconoscimento alla migliore interpretazione, premio Sergio Endrigo e alla miglior composizione musicale, premio Giancarlo Bigazzi.

Magra consolazione per lo scontento Ultimo, la sua canzone “I tuoi particolari“ha vinto invece il premio TIMmusic, assegnato alla canzone più ascoltata su TIMmusic.

Nonostante quindi una netta preferenza al televoto dal pubblico da casa che ha visto un netto 46,5 % in favore del brano di Ultimo contro un ben distante 14% del brano di Mahmood a ribaltare il pronostico è stata la sala stampa (che aveva il potere del 30% di voto contro il 50% dei telespettaori).

Ecco quindi che i dati aggiornati, che hanno decretato la sorpresa, Il cantautore di origini egiziane infatti arriva  al 38,9% dei voti, appena 3 punti in più del romano Ultimo, secondo con il 35,6% dei voti. Il Volo, sul gradino più basso del podio, hanno ricevuto il 25,5% dei voti.

Rimane però, al di là della legittimità di certe polemiche, un grande successo di ascolti, la  serata finale, infatti, della 69esima edizione del Festival di Sanremo, è stata vista in media da 10 milioni e 662mila telespettatori, con uno share del 56,5 per cento.

Anche se però è da registrare  un leggero calo rispetto all’anno scorso: nel 2018 la finale era stata seguita in media da 12 milioni e 125mila telespettatori, con il 58,3 per cento di share.

 

Claudio Palumbo

Leave A Reply

Your email address will not be published.

Cliccando su Accetta, acconsenti all'utilizzo dei cookie e di eventuali dati sensibili da parte nostra; secondo le normative vigenti GDPR. More Info

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi