Bitcoin, Facebook dice no alla pubblicità delle criptovalute

Una decisione temporanea di Facebook attuerebbe un blocco alle pubblicità inerenti le criptovalute e intanto il bitcoin crolla. Coincidenze?

Le pubblicità inerenti bitcoin e Ico saranno eliminate momentaneamente da Facebook.

0

Le pubblicità dei bitcoin che vanno tanto di moda adesso, hanno ricevuto un “no” importante da parte del principe dei social network. Ebbene sì, Facebook ha deciso di bloccare in modo temporanea le pubblicità di criptovalute e Ico sulla propria piattaforma. Come è stato notato da molti investitori questa decisione di Facebook avrebbe contribuito ad una diminuzione del valore delle quote azionarie del bitcoin e più in generale delle criptovalute. In particolare l’effetto sul prezzo della criptomoneta più famosa al mondo (bitcoin) ha visto un crollo sotto i 10mila dollari, una perdita del quasi 30% rispetto ad inizio anno.



La visibilità dei bitcoin e criptovalute minori sarà momentaneamente smorzata per Facebook

E’ bastato un post ufficiale di Zuckerberg per chiarire la presa di posizione di Facebook. Sarebbero stati vietati tutti gli spot pubblicitari di quei “prodotti e servizi finanziari che sono associati frequentemente con pratiche promozionali ingannevoli” e tra questi vi sono molte criptovalute e Ico. Il processo non è stato immediato, anzi richiederà del tempo per verificare con correttezza tutte le possibili pubblicità fraudolente. Una mossa quest’ultima, che certifica il lavoro di Facebook in merito alle fake news, dando così priorità ai posto di amici e parenti rispetto a quelli delle aziende, un algoritmo funzionale alle persone piuttosto che al business.



Rob Leathern, un responsabile di Facebook ha dichiarato:

“Vogliamo che la gente continui a scoprire nuovi prodotti e servizi tramite le pubblicità di Facebook senza paura di truffe. Diverse aziende che pubblicizzano ora Ico e criptovalute non operano però in buona fede”.

E’ bene ricordare che Facebook controlla le pubblicità, oltre che sulla sua piattaforma, su Instagram e su Audience Network che a sua volta le vende su altre piattaforme.




Di conseguenza la stretta verso il mondo bitcoin e criptovalute minori si irrobustisce sempre più, un po’ come successo in Cina e Corea del Sud. Facebook ci tiene alla sicurezza e questa al momento sembra la scelta adeguata, d’altronde i rumors inerenti al bitcoin stanno gettando un po’ di fumo negli occhi di alcuni investitori.

                                                                                                                                                                    Jacopo Pellini

Leave A Reply

Your email address will not be published.

Cliccando su Accetta, acconsenti all'utilizzo dei cookie e di eventuali dati sensibili da parte nostra; secondo le normative vigenti GDPR. More Info

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi