La lumaca di mare rigenerante separa la testa dal proprio corpo

Lo studio sulla lumaca di mare rigenerante é stato pubblicato su Current Biology.

Il Deadpool delle lumache

lumaca di mare rigenerante: 1
Lumaca di mare rigenerante: Questa immagine mostra la testa e il corpo di Elysia cfr. marginata, un giorno dopo l’autotomia. Il corpo è molto più pesante (> 80% del peso totale) della testa. (credits: Sayaka Mitoh)

La lumaca di mare rigenerante sembra nulla rispetto a lucertole e gechi. Abbiamo già incontrato animali che possono perdere e quindi rigenerare una coda o un arto. Ma le due specie di lumache sacoglosse riportate dai ricercatori giapponesi fanno ancora di meglio.  Separano la testa dal corpo, perdendolo e rigenerandone uno completamente nuovo, completo di cuore e degli altri organi interni. I ricercatori suggeriscono anche che le lumache possano utilizzare la capacità fotosintetica dei cloroplasti che incorporano dalle alghe nella loro dieta per sopravvivere abbastanza a lungo per la rigenerazione.




Molluschi immortali

Lumaca di mare rigenerante: 3
Lumaca di mare rigenerante: Questa immagine mostra la testa di Elysia cfr. marginata subito dopo l’autotomia. (credits: Sayaka Mitoh)

“Capirete la sorpresa nel vedere la testa muoversi subito dopo l’autotomia”, ha detto Sayaka Mitoh della Nara Women’s University in Giappone, riferendosi alla “decapitazione spontanea”. “Pensavamo che l’animale morisse in fretta senza un cuore e altri organi importanti. Ci ha stupiti scoprire due specie che rigenerano un corpo intero”. La scoperta è una questione di pura casualità. Mitoh è un dottorando nel laboratorio di Yoichi Yusa. Il laboratorio Yusa alleva lumache di mare dalle uova per studiarne i tratti e quindi la storia della vita. Un giorno, Mitoh vide qualcosa di inaspettato. Un Sacoglosso che si muoveva senza il suo corpo. Una lumaca l’ha fatto addirittura due volte.

Anatomia senza anatomia

I ricercatori riferiscono che la testa, separata dal cuore e dal corpo, si è mossa da sola subito dopo la separazione. In pochi giorni la ferita nella parte posteriore della testa guarisce. Le teste di lumache relativamente giovani hanno iniziato a nutrirsi di alghe nel giro di poche ore. Il cuore e ricomparso in circa una settimana e dopo altre due la rigenerazione era completa. Le teste degli individui più anziani non si nutrivano, perendo in circa 10 giorni. In entrambi i casi, i corpi abbandonati non hanno rigenerato una nuova testa. Tuttavia i corpi senza testa si sono mossi e hanno reagito al tocco per diversi giorni o addirittura mesi.

Mitoh e Yusa non sono sicuri di come funzionino le lumache di mare rigeneranti. Secondo Mito è plausibile ci siano delle cellule staminali all’estremità tagliata del collo, in grado di rigenerare il corpo. Inoltre, non è chiaro il motivo per cui lo farebbero. Una possibilità è che aiuti a rimuovere i parassiti interni che ne inibiscono la riproduzione.

Ancora più speciali

Le lumache di mare in questione erano già uniche in quanto incorporano i cloroplasti delle alghe che mangiano nel proprio corpo, un’abitudine nota come cleptoplastica. Dona agli animali la capacità di alimentare i loro corpi tramite la fotosintesi. I ricercatori suggeriscono che questa capacità possa aiutarli a sopravvivere dopo l’autotomia, abbastanza a lungo da rigenerare un corpo. Queste lumache di mare rappresentano un nuovo tipo di autotomia in cui gli animali con piani corporei complessi perdono la maggior parte del loro corpo.

“Poiché il corpo principale resta attivo per mesi, potremmo essere in grado di studiare il meccanismo e le funzioni della cleptoplastica utilizzando organi viventi, tessuti o persino cellule”, ha detto Mitoh. “Tali studi sono quasi completamente carenti, poiché la maggior parte degli studi sulla cleptoplastica nei sacoglossi sono condotti a livello genetico o individuale”.



Daniele Tolu

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *